Skip to main content

Come fare il bagnetto al tuo bambino

How to Bathe Your Baby

Bolle, spruzzi, gridolini e risatine: non c’è momento migliore del bagnetto per stimolare i sensi del bambino e rinsaldare il vostro legame. Segui la nostra semplice guida passo per passo per imparare i concetti di base del bagnetto o scoprire qualche nuovo trucco.

Il momento del bagnetto vuol dire Molto di Più

Ogni anno vengono preparati circa 8 miliardi di bagnetti con i prodotti JOHNSON’S® baby. L’ora del bagnetto è uno dei nostri rituali preferiti, perché non serve solo a rilassare il bambino, ma ti aiuta anche a prenderti una pausa per interagire con lui e giocare al termine di una giornata intensa, stimolandone allo stesso tempo il senso dell’odorato e del tatto.

Alcuni studi hanno dimostrato che il contatto regolare può potenziare lo sviluppo fisiologico, cognitivo, emotivo e relazione del bambino, mentre le profumazioni piacevoli e familiari migliorano l’umore del bambino, lo calmano e risvegliano la sua attenzione.

E, proprio come i massaggi, anche un bagno caldo è un ottimo modo di preparare il tuo bambino al momento della nanna.

 

 

Non basta l’acqua per il bagnetto del bebè

L’acqua da sola è in grado di eliminare solo il 65% circa delle tracce di olio e di sporco, ma non scioglie le impurità liposolubili che si annidano sotto i pannolini e gli indumenti. Se non vengono eliminati, questi residui possono distruggere la fragile barriera cutanea*. E l’acqua da sola può addirittura seccare la pelle del bambino. È stato osservato come l’uso ripetuto di acqua senza l’aggiunta di altri prodotti, soprattutto se si tratta di acqua dura o clorata, può ridurre il livello di idratazione delle cellule cutanee e causare irritazione o arrossamento cutaneo nei bambini.

Si raccomanda l’uso di un detergente delicato specifico per bambini come il JOHNSON’S® baby bagnetto primi mesi per una pulizia efficace.

Il bagnetto del neonato

La maggior parte delle ostetriche e degli altri professionisti sanitari raccomanda di fare il bagnetto ai neonati 2-3 volte la settimana e di aumentare gradualmente la frequenza. Inizia usando una spugna per il bagnetto fino a quando il moncone del cordone ombelicale del bambino si asciuga e si stacca e la ferita si cicatrizza.

Impara come usare una spugna per fare il bagnetto al tuo bambino

Come fare il bagnetto al tuo bambino

Il lavello della cucina può essere il luogo perfetto per il bagnetto del tuo bambino (assicurati che il rubinetto sia posizionato il più lontano possibile e metti degli asciugamani morbidi o una base in schiuma sul fondo); in alternativa puoi utilizzare una vaschetta apposita da mettere nella vasca da bagno per facilitare le operazioni.

NOTA: Certifique-se de que o dispositivo de aquecimento de água da sua casa não aquece a temperaturas superiores a 49 graus celsius para evitar queimaduras acidentais.

  1. 1.

    All’inizio sono sufficienti alcuni centimetri di acqua calda. L’ acqua del bagnetto dovrebbe avere una temperatura compresa tra 32 ºC e 37 ºC. Dopo aver riempito il lavello o la vasca, muovi l’acqua all’interno per accertarti che non vi siano dei punti caldi.

  2. 2.

    Controlla la temperatura dell’acqua usando la parte interna del polso per verificare che non sia troppo alta prima che entri a contatto con il bambino.

    NOTA: assicurati che la temperatura dell’acqua calda nella caldaia non sia superiore ai 50 ºC per evitare delle ustioni accidentali.

  3. 3.

    Sorreggi delicatamente con un braccio la schiena, la testa e il collo del bambino e sistemalo con cura nel bagnetto. Continua a sostenerlo con un braccio mentre lo lavi con l’altro.

  4. 4.

    Pulisci delicatamente la zona attorno agli occhi con un dischetto di cotone imbevuto di acqua calda e limpida. Usa un dischetto di cotone per ciascun occhio e passalo sempre partendo dall’angolo interno verso l’esterno. Pulisci quindi con una spugnetta morbida la zona intorno alla bocca, il naso e il viso del bambino, spostandoti dal centro verso l’esterno. Pulisci le pieghe del collo e non dimenticare la zona dietro alle orecchie!

  5. 5.

    Per i più piccini, usa una spugnetta per bambini imbevuta di acqua calda e un detergente delicato specifico come il JOHNSON’S® baby primi mesi [link to product detail page] Se il tuo bambino ha molti capelli, puoi provare a usare uno shampoo delicato come il JOHNSON’S® baby shampoo. [link to product detail page] Non aver paura di lavare delicatamente anche le cosiddette fontanelle presenti a livello del cranio.

  6. 6.

    Lava per ultima la zona del pannolino. Nelle bambine, pulisci l’area genitale passando delicatamente dal davanti verso il dietro. Nei bambini pulisci delicatamente il pene e l’area genitale, sempre iniziando dal davanti e spostandoti verso il dietro, e asciuga bene. Nei bambini non circoncisi evita di tirare indietro la pelle del prepuzio.

  7. 7.

    Lascia che il bambino si diverta nell’acqua calda del bagnetto per qualche minuto. Versa un po’ di acqua sul corpicino per tenerlo caldo. Fai attenzione quando fai scorrere l’acqua direttamente dal rubinetto perché a volte la temperatura dell’acqua può variare rapidamente.

  8. 8.

    Per sollevare il bambino, mettigli le mani intorno al torace e sotto le braccia e sostienigli la testa; dopo averlo tirato fuori dal bagno coprilo velocemente con un asciugamano.

  9. 9.

    Asciugagli bene tutte le pieghe, perché un’umidità eccessiva potrebbe irritargli la pelle. Tampona la pelle per asciugarla ed evitare danni alla cute.

  10. 10.

    Prima di rivestirlo, applica una crema idratante delicata per bambini come la JOHNSON’S® baby crema liquida, dalla delicatezza clinicamente testata.

Consigli per il bagnetto del bambino

  • Pulisci solo le zone che riesci a vedere ed evita di penetrare troppo in profondità nel canale auditivo o nel naso del bambino;
  • Ogni bambino è diverso, ma a alcuni non piace fare il bagnetto subito dopo mangiato. Molte mamme trovano che sia meglio fare il bagnetto prima della pappa;
  • E ricorda, non lasciare MAI il bambino da solo nella vasca, nemmeno per un attimo.

Il bagnetto è il modo perfetto per separare "i momenti di attività" dall’"ora della nanna" e aiuta inoltre a consolidare il vostro legame. Anche le giornate più dure sembrano meno pesanti quando, al termine della serata, il tuo bel bambino pulito è comodamente avvolto nella sua copertina, giusto in tempo per una ninna nanna.

Abbiamo deciso di impegnarci per scoprire tutto quello che si cela dietro i meravigliosi occhi del tuo bambino.

Il JOHNSON’S® baby shampoo, lanciato nel 1953, è il primo prodotto dotato di una formula specifica che non irrita gli occhi dei bambini, proprio come l’acqua. Il nostro unico JOHNSON’S® baby shampoo e gli altri prodotti della formula NON PIÙ LACRIME® sono stati sviluppati pensando alle esigenze specifiche dei bambini.

La scienza alla base dei prodotti NON PIÙ LACRIME®

*La barriera cutanea è lo strato superiore della pelle: si tratta di una barriera vitale che impedisce l’ingresso di agenti irritanti esterni, batteri e allergeni, proteggendo così l’organismo dalle malattie. La barriera cutanea dei bambini si differenzia da quella degli adulti perché è ancora in fase di sviluppo, e per questo richiede delle cure particolari.

 

Torna in alto